Google Translate migliora il dizionario per tradurre da o all’inglese

Logo di Google TranslateGoogle Translate, uno degli strumenti più utilizzati nella traduzione – o, meglio, la conversione – dei testi da una lingua all’altra, ha acquisito delle nuove funzionalità che dovrebbero garantire dei risultati migliori. Quasi tutte le novità sono limitate alle traduzioni da o all’inglese: in pratica, non è possibile usufruirne traducendo dall’italiano allo spagnolo o dal francese al tedesco. Una prima feature introdotta è la reverse translation che sarebbe una lista di sinonimi del termine inserito con la relativa traduzione.

Spesso i lemmi hanno più significati e alcuni di essi potrebbero essere inadatti alla traduzione. Grazie alla reverse translation, il singolo termine da tradurre è legato a una lista dei sinonimi più comuni – proposti nella lingua-madre dell’utente – affinché sia più semplice identificare la corretta corrispondenza. La seconda novità riguarda la frequency: Google Translate propone subito le espressioni che ricorrono frequentemente e nasconde quelle desuete, che possono comunque essere visualizzate con un semplice clic del mouse.

Mentre la frequency è attiva per tutte le lingue, la reverse translation e i synonym (lett., “sinonimi”) sono disponibili giusto traducendo da un qualsiasi idioma all'inglese. L'ultima novità citata – ovvero, i synonym – è soltanto la definizione utilizzata per la lista dei sinonimi integrata con la reverse translation: in sostanza, le nuove funzionalità sono due e non tre. Col tempo, Google Translate estenderà le feature appena introdotte a tutte le lingue supportate. Il miglioramento della conversione all’inglese è un inizio.

Via | Google Operating System

  • shares
  • +1
  • Mail