Ransomware Trojans: l'arrivo dei ricatti digitali

Logo di Kaspersky antivirusIn questi giorni si sta svolgendo la RSA Conference 2007, una convention del settore della sicurezza informatica. In occasione di questo evento Eugene Kaspersky, dirigente della nota casa produttrice di uno dei migliori antivirus disponibili sul mercato, ha dichiarato che uno dei trend più significativi per il 2007 sarà lo sviluppo e la diffusione dei cosiddetti "Ransomware Trojans".

Si tratta di un particolare tipo di malware: praticamente questo si installa come un trojan sul pc dello sfortunato di turno (in questo caso tipicamente un'azienda) e cripta alcuni dati presi dall'hard disk dell'utente. Se si vorrà di nuovo l'accesso ai dati, si dovrà pagare una somma per riceve la chiave per decriptarlo. Si tratta di una forma di rapimento con riscatto informatico; una nuova frontiera per i cybercriminali?

In realtà questo tipo di trojan non è nuovo: il fatto è che fino ad ora sono stati usati tipi di crittografia molto semplici da rompere...il problema si presenterà nel momento in cui verranno adottati sistemi di crittografia avanzata!

Questo tipo di software maligno potrebbe essere un vero problema in futuro per le aziende e per i privati: cosa ne pensate? Potrebbe arrivare il giorno in cui sarete costretti a pagare una somma per poter aver di nuovo accesso ai vostri dati, oppure si tratta solo di fantascienza criminale?

[Via News.com]

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: