Joost, la versione beta migliora

Joost, eliminati tanti bug con la 0.74Ho provato la nuova release 0.7.4 di Joost, il software per la distribuzione di video in streaming finora meglio conosciuto come The Venice Project che da meno di un mese ha anche un concorrente italiano, Babelgum.

Siamo ancora nella fase beta per Joost, c'è ancora tanto da fare e sono ancora ampi i margini di miglioramento, soprattutto nella qualità del video: siamo però ad una versione importante che ha risolto molti problemi segnalati dagli utenti che stanno collaborando alla beta.
Sono stati eliminati i problemi con software firewall (io precedentemente per provare Joost avevo dovuto disattivarlo), antivirus o particolari configurazioni di rete.

L'interfaccia utente è stata migliorata con l'utilizzo di nuovi font e la possibilità di comandare Joost tramite la tastiera: ora i canali hanno un numero ed esiste una scorciatoia da tastiera anche per altre funzioni.

La interfaccia ridotta di Joost
Quando non si utilizza Joost a tutto schermo, se si riduce la dimensione della finestra oltre un certo limite, appare una interfaccia utente semplificata con pochi ed utili comandi.

E' stato reintrodotto il supporto per l'utilizzo con due monitor con possibilità di trascinare la finestra tra i due monitor.
Ultima novità è il sistema di protezione da eventuali crash del client ed il cambio di funzione del pulsante "power" che invece di chiudere il client, lo spedisce nella taskbar, rendendo praticamente istantaneo il ritorno alla visione, che riprende da dove l'avevamo lasciata.

Sul fronte dei contenuti, a mio parere siamo ancora in alto mare, in quanto tra i vari canali non ho trovato molto di interessante. E questo è un problema ancora più grande di qualche bug.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: