Linux Day 2012: il fil rouge è l’utilizzo dell’open source per le PMI

Scritto da: -

Logo di Linux Day 2012

Ieri s’è tenuta la 12ª edizione del Linux Day, un appuntamento che dal 2001 raccoglie in tutta la Penisola degli eventi dedicati alla promozione del sistema operativo di Linus Torvalds: l’evento ha luogo annualmente il quarto e ultimo sabato d’ottobre. Quest’anno le manifestazioni elencate ufficialmente da Italian Linux Society (ILS) – che lanciò l’iniziativa – sono state centodiciannove, ma è probabile che il numero effettivo sia più elevato. L’argomento proposto nel 2012 era «il software libero nella piccola e media impresa».

Personalmente, ho partecipato all’evento ideato da UltraLAB: un’associazione di promozione sociale di Samarate (VA) che ha organizzato uno dei quattro Linux Day della provincia. Nella suggestiva cornice di Villa Ricci del Montevecchio sono intervenute tre imprese che utilizzano l’open source per l’erogazione di prodotti orientati al business, non necessariamente legato a Linux. Il kernel di Torvalds è l’emblema del software libero, ma negli anni la diffusione della filosofia e delle licenze “aperte” ha contagiato altri ambienti.

E, infatti, delle tre società intervenute a Samarate appena una proponeva dei prodotti basati su Linux: le altre due erano orientate a Windows e a Mac OS X. Un ottimo esempio della trasversalità dei principi dell’open source. Ovviamente, il Linux Day 2012 di UltraLAB non ha escluso iniziative per promuovere l’utilizzo delle distribuzioni di GNU/Linux — un aspetto fondamentale per la manifestazione. Nel rispetto del leitmotiv della giornata, metà degli interventi sono stati riservati all’impiego del software libero nel business.

La prima azienda a esporre è stata Gestionale Open (GO), che offre una piattaforma completa per la produttività – rilasciata sotto licenza BSD – in competizione coi principali player del panorama italiano. GO è un software per Windows che può essere avviato da Linux con Wine e gestisce ogni aspetto della contabilità: include un semplice Customer Relationship Manager (CRM) ed è in continua espansione. La politica di GO prevede che le personalizzazioni richieste dai clienti paganti siano disponibili per tutti con l’aggiornamento.

La seconda impresa presente all’evento di Samarate era KOAN che distribuisce soluzioni embedded per aziende e pubblica amministrazione: basati su Linux i server e i thin client in vendita propongono l’abbattimento del Total Cost of Ownership (TCO) e del dispendio energetico installando alcune delle distribuzioni più popolari. Il modello di business di KOAN spazia tra Koala - la gamma di computer acquistabili - e KaeilOS, un sistema operativo realizzato col framework di OpenEmbedded (EO). Una proposta da tenere in considerazione.

La terza e ultima società intervenuta è stata Manydesigns, che propone un framework per la realizzazione di soluzioni orientate al web – distribuito su SourceForge sotto licenza GPLv3 – in Java. Portofino permette di creare automaticamente un’applicazione a partire da qualunque database relazionale: sviluppato su Mac OS X, utilizza un server con Linux per la gestione dei servizi. Il framework, al momento, ha ottenuto più successo all’estero rispetto a quello avuto in Italia. Come gli altri è un prodotto pensato per il business.

 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Downloadblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.