Arrestato l’ideatore di Street Fighter II: Hyper Fighting su Xbox 360

Logo di Street Fighter II: Hyper FightingLa magistratura statunitense dello Utah ha condannato David Rushton — ex proprietario di Sensory Sweep Studios — a trascorrere un anno in carcere e al pagamento di $1.2 milioni d’arretrati ai dipendenti della società che non avevano ricevuto lo stipendio fra il 2003 e il 2009. La software house di Rushton aveva realizzato titoli del calibro di Tiger Woods PGA Tour 2005 o Need for Speed: Most Wanted per Nintendo DS. Diventò famosa soprattutto grazie al porting di Street Fighter II: Hyper Fighting su Xbox 360 rilasciato nel 2006.

Circa 100 impiegati non hanno mai ricevuto la busta paga e Adam Hunter — un ex dipendente ventinovenne di Rushton — ha affermato d’essersi licenziato nel 2009 dopo aver accumulato un credito di $12,000. Stando alle dichiarazioni di Hunter, nessuno è stato pagato secondo il contratto: pragmaticamente, Hunter ha cambiato società appena possibile e non s’è preoccupato di chiedere un risarcimento perché era certo che non sarebbe arrivato. Rushton, di 57 anni, è stato incarcerato mercoledì 10 ottobre nella prigione di Salt Lake City.

Il debito complessivo di Rushton, che ha già annunciato la decisione d’appellarsi alla sentenza, ammonta a circa $2 milioni: nel 2010 era stato condannato a sei mesi in carcere per evasione, frode e traffico di capitali. A sporgere denuncia è stata la Utah Labor Commission — ovvero, l’istituzione statale a tutela dei lavoratori. Rushton assunse 211 individui per Sensory Sweep Studios e la frase più popolare dell’imprenditore era «venerdì prossimo», quasi una barzelletta. Difficile che qualcuno degli ex dipendenti sia risarcito.

Via | AP

  • shares
  • +1
  • Mail