Twitter, prima censura in base alla geografia: bloccato in Germania l'accesso ad un gruppo di neonazisti

A dieci mesi dalla sua adozione, Twitter ha applicato per la prima volta il nuovo sistema per il filtraggio degli utenti o dei tweet in base alla provenienza geografica dei visitatori. E' accaduto in Germania, dove su richiesta del Dipartimento di polizia di Hannover, è stato censurato il profilo del gruppo di estrema destra Besseres Hannover, già oggetto di indagini da parte delle autorità e messo al bando dal Governo tedesco a fine settembre.

Le autorità avevano chiesto la chiusura immediata e definitiva dell'account, ma Twitter si è opposto - "non vogliamo negare i contenuti; è bene avere gli strumenti per farlo in modo mirato e trasparente" - ed ha invece applicato il filtraggio in base alla provenienza geografica: il profilo in questione è stato reso invisibile agli utenti tedeschi, mentre tutto il resto del Mondo potrà continuare a seguirlo e leggerne i contenuti pubblicati.

La decisione di Twitter, c'era da aspettarselo, ha suscitato non poche polemiche. Se il Governo si è complimentato col social network, diverse associazioni di destra hanno invocato la libertà di parola - di fatto non rispettata, almeno in Germania, da questa mossa - dall'altra, invece, si sottolinea la sua inefficacia: anche l'utente meno smaliziato può aggirare il blocco utilizzano un semplice proxy.

Via | New York Times

  • shares
  • +1
  • Mail