Google mette di nuovo in guardia contro attacchi governativi


Ci risiamo: dopo i messaggi d'avvertimento inviati ad alcuni utenti Gmail nello scorso mese di giugno, Google ha previsto una nuova ondata di attacchi provenienti da hacker governativi. Lo riporta il New York Times, che ha raccolto le segnalazioni di Noah Schactman, autore del blog Danger Room (sulla sicurezza nazionale) su Wired e di Daveed Gartenstein-Ross, della Foundation for Defense of Democracies, entrambe effettuate tramite Twitter.

Un messaggio che così come qualche mese fa mette chi lo riceve da possibili attacchi provenienti dai Governi, invitando quindi tramite un'apposita pagina web ad alcuni accorgimenti per evitare che il proprio account di posta (e di Google in generale) finisca in mani sbagliate.

Mike Wiacek, membro del team di Google dedicato alla sicurezza informatica, ha confermato la nuova ondata di messaggi di questo tipo, parlando di nuove prove riguardanti gli attacchi: il grosso dell'attività sarebbe proveniente da un gruppo di nazioni del Medio Oriente, anche se Wiacek non ha fatto sapere quali di preciso. Naturalmente, prima di allarmarsi vale la pena considerare che da comuni cittadini la possibilità che si ricevano messaggi del genere è abbastanza bassa.

  • shares
  • +1
  • Mail