Secondo gli analisti gli utenti accoglieranno Windows 8 senza entusiasmo

Uno studio della californiana Net Applications lancia un’ombra nera come la pece sul lancio di Windows 8, da cui dipendono i destini di Microsoft. Secondo i suoi analisti di mercato, è cinque volte meno probabile che l’utente medio di oggi passi a Windows 8 rispetto al suo equivalente di tre anni fa (durante le ultime fasi del lancio di Windows 7).

L’accoglienza, insomma, è tutto fuorché entusiasta. I dati sono registrati in base al numero d utenti che hanno scelto di installare la preview del nuovo sistema operativo - Non vengono quindi presi in considerazione i sistemi OEM che tra poche settimane verranno già diffusi con il nuovo sistema pre-installato. Si tratta di dati contestabili, insomma, ma piuttosto interessanti per comprendere il livello di fascino che l’hype di un nuovo Windows può generare.

Secondo le statistiche solo lo 0.33% dei PC sta girando con Windows 8, contro l’1,64% della fase di “conto alla rovescia” di Seven. Gran parte di questa "carenza di entusiasmo" è probabilmente “drogata” da un’intera categoria che non sembra molto convinta dal nuovo OS, quella degli utenti enterprise.

Gran parte delle copie di Windows 8 in circolazione sono per sviluppatori e team IT delle aziende. Siccome l’ultimo parto di Redmond è mirato direttamente all’utente consumer, non credo che sorprenda davvero nessuno che la ricezione delle aziende sia gelida. Il mondo degli uffici e della professionalità se ne fa davvero poco di un’interfaccia touch su un sistema desktop. Microsoft stessa non è insensibile al problema, anzi, sembra tutt'ora puntare a diffondere il più possibile Windows 7 nell'ambiente aziendale.

Foto | Net Applications
Via | Computer World

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: