TweetMeme chiude il 1 ottobre a causa della nuova politica di Twitter

Logo di TweetMemeTwitter ha mietuto un’altra “vittima” – la quarta dopo Instagram, Tumblr e IFTTT – con l’aggiornamento delle Application Programming Interface (API) alla versione 1.1, previsto per il completamento nel marzo del 2013: è TweetMeme, un aggregatore di contenuti basato sui link ripubblicati dagli utenti attraverso un pulsante che era già stato adottato dalla piattaforma di microblogging nell’agosto del 2010. Rispetto agli altri servizi interrotti la chiusura di TweetMeme non comporterà una grave perdita grazie ai widget di Twitter.

Dal 1 ottobre, perciò, TweetMeme non esisterà più. La società non intende investire in un servizio che non è più competitivo e che comporterebbe una manutenzione straordinaria a causa della nuova politica di Twitter sulla visualizzazione dei contenuti. Stupisce, nella circostanza, che TweetMeme abbia resistito tanto: quando la piattaforma di microblogging ha adottato le stesse funzionalità del servizio il valore del prodotto è venuto meno. Fortunatamente, l’esperienza di TweetMeme ha portato alla creazione d’un secondo progetto.

DataSift, un sistema d’analisi delle informazioni pubblicate sui social network, è un servizio degli stessi sviluppatori di TweetMeme che – avviato sempre nel 2010 – ha riscosso un grande successo. Chiudendo TweetMeme, le risorse della società saranno interamente destinate a DataSift: un prodotto che rispecchia appieno la nuova visione di Twitter sulle applicazioni di terze parti. Se pochi sentiranno la mancanza di TweetMeme le conseguenze provocate dalle API 1.1 di Twitter iniziano ad assumere un volume piuttosto preoccupante.

Via | AllThingsD

  • shares
  • +1
  • Mail