HTML5 otterrà lo stato di raccomandazione soltanto a partire dal 2014

Scritto da: -

Logo di HTML5HTML5 acquisirà lo stato di raccomandazione – ovvero, sarà considerato uno standard – soltanto a partire dal quarto trimestre del 2014, cioè a ridosso del 2015: è la pianificazione offerta dal gruppo di lavoro che gestisce lo sviluppo del linguaggio e non è ancora stata approvata dal World Wide Web Consortium (W3C). La proposta non altera la programmazione ufficiosa sul completamento di HTML5 che era atteso nello stesso periodo. La notizia è importante a giustificare le dichiarazioni di Mark Zuckerberg sugli errori di Facebook.

Negli ultimi mesi, complice la decisione di Steve Jobs che ha privilegiato l’utilizzo di HTML5 a scapito delle Rich Internet Application (RIA) come Flash Player su iOS, gli aggiornamenti sull’impiego del linguaggio hanno monopolizzato le notizie circa le applicazioni web. Tuttavia, la settimana scorsa Zuckerberg ha centrato il problema: HTML5 non è ancora pronto e adottarlo in produzione comporta dei rischi. Gli utenti non sono obbligati a familiarizzare con le definizioni del W3C, ma bisogna sottolineare che HTML5 è incompleto.

Non occorre essere dei programmatori per rendersi conto che le applicazioni “native” garantiscono delle migliori performance, ma le attenuanti sono diverse. HTML5 propone già delle caratteristiche interessanti, però il linguaggio non è stato ultimato e affinché competa con le altre soluzioni disponibili bisognerà attendere il 2015. È confortante che gli sviluppatori esplorino le potenzialità di HTML5, in anticipo sulla disponibilità definitiva, perché quando arriverà la raccomandazione avranno acquisito l’esperienza necessaria.

Via | W3C

 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su HTML5 otterrà lo stato di raccomandazione soltanto a partire dal 2014

    Posted by: apicio

    Si però che palle potrebbero muoversi a farlo diventare uno standard. Flash è un aborto su tablet e netbook. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su HTML5 otterrà lo stato di raccomandazione soltanto a partire dal 2014

    Posted by: romfladef

    Eh, da web designer/developer condivido in pieno. Però, piuttosto che offrire un prodotto approssimativo, è meglio correggere i problemi in anticipo: certo che HTML4.01 è del 1999… passeranno 15 anni tra una raccomandazione e l'altra! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su HTML5 otterrà lo stato di raccomandazione soltanto a partire dal 2014

    Posted by: zorro2012

    Non vedo dove sta il problema. "HTML5" si è da sempre imposto come "standard di fatto": se i produttori dei principali browser non si fossero riuniti per andare contro il W3C, a quest'ora saremmo ad attendere XHTML 2, con la "incredibile possibilità" di aggiungere dei collegamenti ipertestuali ad ogni tag (cosa che da decenni si può fare con JavaScript…). Pensando agli utenti, e guardando alle necessità del mercato, HTML5 si è imposto da subito, trainato dal mondo mobile… Finora è sempre stato un "work in progress", ma bene o male i browser hanno sempre supportato lo standard in via di definizione in modo uniforme. Riguardo al discorso di Zuckerberg… Non è tanto colpa di HTML5, ma del dispositivo utilizzato. Su un iPhone 4 con iOS 5, il motore di rendering utilizza un interprete JavaScript avanzato e molto veloce. E l'app di Facebook non funzionava poi così male… Peggio andava su altri telefoni, più economici (con processori meno potenti) e fermi ad Android 2.3, dove l'interprete JavaScript era decisamente più lento e la memoria disponibile limitata… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su HTML5 otterrà lo stato di raccomandazione soltanto a partire dal 2014

    Posted by: abel233

    da quando quello che dice Zuckerberg è importante??? Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Downloadblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.