Twitter ha consegnato al giudice i dati dell’utente Malcolm Harris

Scritto da: -

Dopo aver lottato a lungo, Twitter alla fine ha gettato la spugna e ieri, come stabilito dall’ultimatum imposto dal giudice Matthew Sciarrino Jr. della Corte Suprema dello Stato di New York, ha consegnato tutti i dati in suo possesso relativi all’utente Malcolm Harris, uno dei 700 manifestati di Occupy Wall Street arrestati lo scorso primo ottobre durante l’occupazione del ponte di Brooklyn ed ora sotto processo.

Il social network era stato messo di fronte ad una scelta: consegnare i dati di Harris o prepararsi a pagare una multa, da stabilire in base ai profitti dell’azienda degli ultimi sei mesi. Di fronte a quest’ultima possibilità, Twitter ha deciso di arrendersi ed ha consegnato tutti i tweet scritti dal giovane, compresi quelli cancellati, nei tre mesi precedenti al suo arresto.

I tweet, che secondo l’accusa dovrebbero provare l’intenzione di Harris di infrangere la legge invadendo la carreggiata del ponte di Brooklyn, sono già nelle mani del giudice e soltanto nel corso della prossima udienza verrà stabilito se saranno consegnati o meno all’accusa, che potrà così utilizzarli nel processo contro Harris.

E’ evidente che, dopo mesi di lotta in Tribunale per farsi consegnare quei dati, il giudice sia intenzionato a permettere all’accusa di consultarli, ma non è detta l’ultima parola. Il colpo di scena potrebbe essere dietro l’angolo. O almeno è quello che spera Malcom Harris, come da lui dichiarato a Forbes:

Sono grato per tutto quello che Twitter ha fatto finora, deluso dalla sua decisione di consegnare quelle informazioni, ma fiducioso che potremo ancora impedire che i miei tweet finiscano nelle avide mani dell’accusa.

Via | Forbes

 
  • nickname Commento numero 1 su Twitter ha consegnato al giudice i dati dell’utente Malcolm Harris

    Posted by: sandro-kensan

    Che dire? Non protestate o in alternativa non usate i servizi americani: noi (americani) abbiamo la catena che vi cinge al collo in mano. Scritto il Date —