Apple offrirà un servizio simil-Pandora?

Basta nominare il nome di Apple (invano) e succede il disastro. Lo sa bene Pandora, che ha visto le proprie azioni piombare del 14% non appena ha iniziato a circolare la voce che la corporation di Cupertino starebbe pianificando un servizio simile.

Pandora, che da noi è ormai bandito da molti anni dalla "lungimiranza" ed "intraprendenza" di SIAE e case discografiche, è un servizio che trasmette in streaming la musica, creando dei canali ad hoc per adattarsi ai gusti dei suoi ascoltatori.

Recentemente abbiamo potuto constatare che Pandora e Spotify potrebbero essere dei servizi mostruosamente remunerativi tanto per gli sviluppatori quanto per le Major, se solo la discografia non temesse come la morte un qualsiasi modello commerciale che sottrae loro il totale controllo dei contenuti.

Apple è in effetti stata l’unica corporation in grado di affrontare la presa d’acciaio delle lobby musicali, andando con l’iTunes Store dove nessun altro sarebbe mai riuscito ad arrivare. Se Cupertino dovesse creare un servizio simile a Pandora, magari approfittando delle connessioni 4G/LTE dove disponibili e del sicuro successo dell'iPhone 5, in breve regnerebbe come dittatore spodestando i predecessori.

Per il momento sono solo speculazioni, ma piuttosto dannose per Pandora, che ha visto calare di $1.77 le sue quotazioni, precipitando a $10.80. Peccato, le cose stavano andando piuttosto bene con una netta espansione nel mercato mobile. Apple non ha voluto commentare, per il momento.

Via | Reuters

  • shares
  • +1
  • Mail