Siti visitati e cookies memorizzati in files nascosti di Windows

poca privacy in Internet Explorer con i file index.datMolti sono convinti che dopo aver cancellato cache e cronologia di Internet Explorer nessuno sarà in grando di risalire ai siti visitati. Purtroppo non è vero.

In Windows esistono una marea di file index.dat pronti a spifferare a vostra moglie, ai vostri colleghi di lavoro, ai servizi segreti o all'impiccione di turno quali siti avete visitato. I files in questione memorizzano sia i cookie che i gli indirizzi dei siti visitati. Microsoft motiva l'esistenza di questi files con l'esigenza di rendere più veloce la navigazione e il funzionamento di Explorer.

Ora andate a farvi una camomilla. Mi rendo conto che far sapere a vostra moglie o alla vostra ragazza che siete utenti abituali di Softblog può essere pericoloso, ma non preoccupatevi. Ora saprete come cancellare i files index.dat dal s.o.

Per prima cosa è necessario individuare i files index.dat che, si default, sono nascosti. Per renderli visibili aprite una qualsiasi cartella e dal menù Strumenti scegliete Opzioni cartella. Nella scheda "Visualizzazione" deselezionate "Nascondi i file protetti di sistema" e selezionate "Visualizza cartelle e file nascosti". Avviate ora una ricerca di index.dat all'interno del vostro pc.

Aprite come file di testo i files index.dat: potrete vedere gli url dei siti che avete visitato.

Per eliminare il files la situazione si complica essendo files di sistema protetti:


  • dal menù Start scegliete Spegni computer;

  • premete sulla tastiera CTRL+ALT+SHIFT+cliccate su Sospendi;

  • dopo il riavvio di Windows aprite il task manager cliccando su CTRL+ALT+CANC;

  • dal menù File scegliete Nuova operazione (Esegui)... e digitate cmd;

  • a questo punto "divertitevi" a cancellare i file index.dat;

  • per ripristinare il funzionamento normale di Windows in Nuova Operazione digitate explorer.

[via ghacks]