Facebook crea lo smartphone per il NASDAQ: se fosse controproducente?

Logo di HTCLo smartphone di Facebook, del quale si vocifera da mesi, dovrebbe essere distribuito nel 2013: lo conferma Bloomberg spiegandone le modalità e le motivazioni. Il social network di Mark Zuckerberg avrebbe perso $10,61 sul NASDAQ principalmente a causa della scarsa monetizzazione della pubblicità sui dispositivi mobili e la produzione di un device dovrebbe riportare il titolo al valore dell’Initial Public Offering (IPO) pari a $38. Lo smartphone sarà prodotto dalla tailandese HTC, impegnata soprattutto nello sviluppo su Android.

In un primo momento, complice la consolidata partnership con Microsoft, si pensava che lo smartphone di Facebook avrebbe installato Windows Phone. Già alla fine di maggio – sempre stando alle indiscrezioni, mai confermate dal social networkè arrivata la smentita: il dispositivo potrebbe installare una versione modificata di Android, sulla falsariga del Kindle Fire, o direttamente Linux con un’interfaccia grafica creata ex novo. Per il target potenziale del device il sistema operativo è irrilevante e inciderà di più il prezzo.

HTC, da questo punto di vista, non è la scelta migliore: gli smartphone dell'azienda in Italia hanno un costo che s’aggira attorno ai 300€ min. — davvero troppo per un adolescente. È indubbio che la piattaforma di Zuckerberg abbia un target composito, a prescindere dall’età, ma chi sarebbe disposto a pagare un prezzo simile per un dispositivo che funziona soltanto o principalmente con Facebook? Il nuovo prodotto potrebbe aumentare le entrate del social network sulla pubblicità, diminuendone al tempo stesso il potere d’acquisto.

Via | Bloomberg

  • shares
  • Mail