Il dominio Oogle.com non spetta a Google

oogle

Google non ha ragione di pretendere l'assegnazione del dominio Oogle.com: lo ha stabilito il National Arbitration Forum che ha così espresso il proprio parere sulla disputa in corso tra Christopher Neuman, proprietario del nome, e l'azienda di Mountain View, che chiedeva al Forum di ottenerne la proprietà.

Secondo il parere espresso dal NAF, Google avrebbe fallito nel dimostrare che il dominio sia stato effettivamente registrato in malafede, permettendo così al proprietario di mantenerlo: Christopher Neuman, proprietario della società di hosting Blue Arctic, ha sempre sostenuto di aver comprato il dominio Oogle.com nel febbraio 1999 all'età di 13 anni, come favore per un amico sviluppatore conosciuto online col nickname "Oogle".

Secondo Google invece, Neuman sarebbe stato al corrente dell'esistenza di quello che all'epoca era il neonato motore di ricerca, registrando il dominio in malafede: la prova, secondo il colosso informatico, sarebbe stato il tentativo di Neuman di vendere il dominio per 600.000$ nel 2009. Anche in questo caso però il Forum ha accolto la difesa dell'attuale proprietario, che ha ammesso di volerlo vendere, sostenendo però anche la liceità di un'azione del genere.

Non senza qualche dubbio sui reali propositi di Neuman, il dominio Oogle.com è stato lasciato all'attuale proprietario: motivo principale secondo il forum, il fatto che Google non avesse nessun marchio registrato all'epoca ricevendo solo una limitata attenzione da parte dei media.

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail