La Stampa collabora con Google per una tribuna politica sugli Hangout

Gli Hangout, ovvero le video-chiamate dal browser su Google+, sono stati utilizzati dal quotidiano La Stampa per organizzare una tribuna politica sulla legge elettorale in discussione per le prossime Elezioni Politiche 2013. All’iniziativa hanno partecipato Enrico Letta (PD), Maurizio Lupi (PdL) e Roberto Rao (UDC). Certamente non è la prima volta che in Italia gli Hangout sono impiegati nell’informazione, ma è significativo che ad adottare questa risorsa sia una testata della stampa tradizionale e che Google abbia collaborato.

La qualità audiovisiva della video-chiamata di gruppo non è un granché. Letta s’è distinto, a questo proposito, nell’utilizzo di una webcam capace di trasmettere in alta risoluzione. Spesso un’eco ha accompagnato le domande del giornalista in redazione. Problemi tecnici a parte, l’esperimento è incoraggiante: 37 min. di registrazione tra gli interventi dei politici e le domande degli intervenuti. Pochi, a dire il vero, rispetto all’audience potenziale dello strumento. Non c’è stata alcuna “rissa” tipica dei talk show televisivi.

Non sappiamo se la pacatezza degli interventi sia dovuta al mezzo o alla reggenza del governo tecnico che allontana la tensione delle campagne elettorali. Tuttavia, l’esperimento de La Stampa ha offerto un'immagine della politica molto diversa da quella televisiva. L’aspetto più interessante è indubbiamente il coinvolgimento drietto di Google, che – nel presentare il risultato ottenuto dal quotidiano – allude a una tornata elettorale più vicina al web e ai social network. Barack Obama, da questo punto di vista, ha fatto scuola.

Via | Google

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: