Installazioni nucleare iraniane sotto attacco da malware e... AC/DC!

Nucleare iraniano attaccato da malware e... AC/DC!

La notizia non è confermata, ma se così fosse sarebbe sorprendente quanto preoccupante: secondo i post di un esperto di sicurezza di F-Secure le installazioni militari iraniane di Natanz e Fordo sono di nuovo state colpite da un malware, uno dei tanti a partire da Stuxnet e Flame.

Questa volta, però, alla guerra informatica si aggiungerebbe anche una burla: il racconto parla di Thunderstruck degli AC/DC sparato a tutto volume dai computer dell’infrastruttura.

La fonte della notizia è Mikko Hypponen, capo ricercatore presso F-Secure, che pure non ha potuto o voluto dare conferma. Stando alle sue parole, è stato contattato direttamente da qualcuno che ha sostenuto di essere un membro del personale scientifico della AEOI, che gli ha chiesto aiuto ed ha raccontato del problema.

E’ improbabile che si tratti di un burlone, dice Hypponen, perchè è confermato che la mail è stata mandata dall’interno dell’AEOI - l’agenzia nucleare iraniana. Gli scarsissimi dettagli parlano di un attacco allo SCADA Siemens, e di un’infiltrazione del VPN dell’agenzia. Gli AC/DC compaiono invece a caso, nel cuore della notte, per deliziare il personale delle due basi.

Sembra non esserci pace per le “pacifiche” installazioni nucleari iraniane. Secondo gli esperti questi attacchi sono portati a termine usando tecnologia statunitense, ma la pistola fumante è in mano ad Israele. Altri rapporti invece parlano di infiltrati doppiogiochisti iraniani, membri di una fazione anti-governativa spietata. Quale sia la verità è una delle spy story più affascinanti del 21° secolo. E adesso ha persino la propria colonna sonora!

Via | Venture Beat | F-Secure Blog

  • shares
  • Mail