Microsoft e lo scherzo delle "Big Boobs" nel kernel di Linux

big_boobs_microsoft

Per molti sarà probabilmente una novità, eppure Microsoft ha contribuito in modo significativo allo sviluppo del kernel di Linux nel corso degli anni, dando così una decisiva spinta al cuore di quello che è il famoso sistema open source. Eppure, anche in tale occasione per l'azienda di Redmond non mancano le polemiche: tutta colpa di uno sviluppatore un po' troppo burlone, che in una riga del codice del kernel ha deciso di aggiungere la stringa esadecimale 0xB16B00B5, che letta in linguaggio leet si traduce in un poco fine "Big Boobs", in italiano "Grandi Seni" non volendo sconfinare troppo nel volgare.

Le Big Boobs di Microsoft sarebbero finite nel codice del kernel di Linux in occasione dello sviluppo del software di virtualizzazione Hyper-V, sul quale tra l'altro si basa anche la piattaforma cloud Azure: a scoprire il tutto è stato lo sviluppatore Matthew Garrett, che come dicevamo ha accusato Microsoft di aver ricorso a "umorismo da bambini", ovviamente condito da una certa dose di maschilismo "che alimenta l'impressione che lo sviluppo di software sia un club per ragazzi dove le ragazze non sono benvenute".

Di fronte all'evidenza, Microsoft non ha potuto fare altro che chiedere scusa, promettendo una patch per sistemare il problema delle Big Boobs con la prossima versione del kernel: impossibile credo incolpare più di tanto l'azienda, in quanto si tratta naturalmente di uno scherzo fatto da un singolo sviluppatore. Chi ha avuto modo di vedere software altrui, del resto, sa quali possono essere le sorprese che ci si può ritrovare davanti.

Via | Wired.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: