Bing Maps ha aggiornato la visione panoramica con 215Tb di fotografie

Logo di Bing MapsBing Maps ha acquisito altri 215Tb d’immagini sulla visione panoramica: una modalità di visualizzazione diversa dalle semplici fotografie aeree, recuperate dai satelliti, che hanno una funzione a sé. In inglese, il termine corretto è bird’s-eye view (lett., vista dall’occhio dell’uccello): una particolare prospettiva che permette di cambiare l’inclinazione del piano a seconda della variazione dell’orizzonte, come avviene agli uccelli in volo. Cliccando sulle fotografie, appare una griglia trascinabile per variare questo angolo.

Ancora una volta, Microsoft non ha pensato soltanto agli Stati Uniti: le nuove immagini coprono una parte dell’Europa, inclusa l’Italia. Nel presentare l’aggiornamento, ad esempio, Bing Maps ha mostrato le visioni panoramiche di San Lucido e dell’Isola di Dino, entrambi in provincia di Cosenza, sul litorale calabrese — che, comunque, non sono le uniche località disponibili. In questa prospettiva, il motore di ricerca ha intrapreso la strada giusta. Uno dei maggiori limiti era la scarsità delle informazioni disponibili in Europa.

Spostandosi sulle mappe, la visione panoramica adatta automaticamente le immagini alla migliore inclinazione possibile. Bing Maps ha implementato in Italia, senza grandi annunci, pure il nuovo layout del motore — in fase beta, più “pulito” e simile a quello proposto da Google: lo stesso sulla ricerca generica dei termini. La nuova copertura ha un’estensione di 230.004 chilometri quadrati per oltre 1,1 milioni di fotografie. In totale, Bing Maps riserva 302Tb di spazio alla visione panoramica su 1.388.593 di chilometri quadrati.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail