VEVO potrebbe abbandonare YouTube per il taglio ai guadagni da Google

Logo di VEVOVEVO – la piattaforma di streaming dei video musicali degli artisti o gruppi legati a Sony Music Entertainment, Universal Music Group, Abu Dhabi Media ed EMI – potrebbe abbandonare YouTube. Il contratto è in scadenza e il Chief Executive Officer (CEO) di SME, Doug Morris, ha espresso a mezzo stampa una profonda frustrazione per il taglio ai guadagni deciso da Google. Soltanto nel mese di maggio, VEVO ha generato 617,8 milioni di visualizzazioni su YouTube: il grande successo è dovuto in larga parte alla distribuzione di Google.

La società VEVO, Inc. detiene i diritti dei videoclip di oltre 11.000 musicisti: da Justin Bieber a Rihanna, da Emma Marrone a Fabri Fibra. Il servizio non è accessibile dall’Italia, però la presenza dei contenuti su YouTube garantisce la fruizione immediata e gratuita della maggioranza dei video. In gennaio si parlava della possibilità che VEVO stringesse una partnership esclusiva con Facebook – al termine del contratto con Google – che avrebbe impedito l’accesso ai contenuti dal nostro Paese. L’ipotesi è sempre più realistica.

Morris ha parlato di tre società che sarebbero interessate a ospitare i video al posto di YouTube. Queste sarebbero Amazon, Facebook, Microsoft. Tuttavia, la fine del rapporto con Google potrebbe essere controproducente: VEVO è il compromesso raggiunto con le etichette discografiche per rendere remunerativa la diffusione di contenuti protetti dal diritto d’autore sul web, ma è grazie a YouTube che il servizio ha raggiunto il proprio obiettivo. Abbandonare la piattaforma potrebbe causare a VEVO una perdita consistente di denaro.

Via | LA Times

  • shares
  • Mail