Da Eric Schmidt nuovi dettagli sulle driverless car di Google

Al di là di Project Glass e di quanto possano effettivamente cambiare la nostra vita gli occhiali da realtà aumentata di Google, presso la società di Mountain View c'è un altro progetto visto come un vero e proprio lifechanger: quello legato alle driverless car, italianizzato (in modo forse meno cool) in auto che si guidano da sole.

Abbiamo seguito nei mesi scorsi i vari sviluppi delle auto speciali senza conducente, sulle quali è tornato a parlare Eric Schmidt, ex CEO di Google, dal palcoscenico della Sun Valley Conference: a suo dire, al momento le auto non sarebbero pronte alla produzione in larga scala soprattutto per questioni burocratiche. Sarebbero infatti attualmente in corso le discussioni coi vari Stati per accettare i veicoli sulle strade, visto che al momento l'unico ad aver accettato le driverless car è stato come forse saprete il Nevada.

Il problema principale dal punto di vista tecnico sarebbe invece costituito dal fatto che le auto senza conducente funzionano mantenendo i limiti di velocità, mentre nessuno che guidi nel modo tradizionale si trova effettivamente a rispettare tali limiti al 100%. A quanto pare però Google ha anche dei prototipi in grado di andare oltre i limiti, in quanto Schmidt ha rivelato di aver effettuato una vera e propria gara tra auto con e senza guidatore che ha visto vittorioso il secondo dei due modelli.

Schmidt è poi tornato sul come le driverless car funzioneranno: il "conducente" inserirà l'indirizzo di destinazione in quello che egli stesso chiama "Google Maps sotto steroidi" (quindi potenziato), per poi vedersi condotto fino al luogo prescelto in un modo molto simile a un pilota automatico di un aereo, appoggiato quindi comunque a una figura di "guidatore" all'interno dell'automobile.

Sull'impatto nella vita di tutti i giorni, dopo aver citato le cifre sul numero di morti sulle strade, il buon Eric non ha dubbi:

"Prima potremo far sì che le auto guidino per noi, prima salveremo più vite possibili. Le auto che si guidano da sole diventeranno il modo principale di trasporto della nostra vita."

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • Mail