Surface è soltanto l’inizio: Microsoft ha acquistato Perceptive Pixel

Logo di Perceptive PixelMicrosoft ha formalizzato l’acquisizione di Perceptive Pixel, una società specializzata nella produzione di schermi in multi-touch di grandi ed enormi dimensioni. I prodotti di punta, infatti, sono da 27“, 55“ e 82“. Quest’ultimo è stato utilizzato proprio da Microsoft per una presentazione di Windows 8. Surface 2.0 – il tablet ibrido che uscirà in autunno – potrebbe essere soltanto il primo d’una serie di nuovi dispositivi. La domanda è quale tipologia di device: Perceptive Pixel non distribuisce schermi di modeste dimensioni.

Per comprendere il ruolo di Perceptive Pixel in Microsoft dobbiamo tornare al 2008, quando la multinazionale aveva annunciato la disponibilità di PixelSense: un progetto che, successivamente, ha assunto il nome di Surface 1.0. — motivo per cui il nuovo tablet è considerato un Surface 2.0. PixelSense è stato prodotto in due varianti, una creata da Samsung, a 30“ e 40“. I dispositivi avevano un peso di 90kg e 36kg. Il primo installava Windows Vista, il secondo Windows 7. Non hanno avuto un grande successo e non solo per il prezzo.

Un’applicazione visibile di Surface 1.0 o PixelSense è quella delle rassegne stampa notturne di TG5 e TG La7. È particolarmente difficile trovare altri esempi comuni. Eppure, Microsoft crede in questi dispositivi al punto da investire nell’acquisizione di Perceptive Pixel. Possiamo escludere che siano prodotti dei tablet da 27“: PixelSense avrà un seguito su Windows 8, ma è impossibile determinare il quando e in quale forma. Il nuovo tablet ha uno schermo di 10.6“ ed è fra i più grandi del settore. Perché riproporre PixelSense?

Via | Technology Review

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: