Groupon nei guai: azioni sotto gli 8$, è record negativo

Groupon nei guai: azioni sotto gli 8$, è record negativo

Ricicliamo l'eloquente immagine usata qualche tempo fa per parlare del tracollo in borsa di Groupon, arrivata a inizio giugno a valere meno di quanto Google sarebbe stata disposta a pagarla per l'acquisto della società nel corso del 2010. Poco più di un mese fa parlavamo infatti di un valore per azione pari a 8,95$, tradotto in un tonfo del 65,72% rispetto ai 26,11$ del 4 novembre, quando la società entrò in borsa.

Ci ritroviamo oggi a registrare per la società resa famosa dai suoi deal un ulteriore record negativo: nella giornata di ieri infatti, Groupon è scesa al di sotto degli 8$ per azione, toccando un minimo di 7,72$. Ma cosa è successo dal 15 maggio, quando parlavamo di rivincita di Groupon commentando i dati relativi ai risultati finanziari del primo quarto dell'anno? Secondo Chicago Business le colpe sarebbero da attribuire alle previsioni degli analisti di Wall Street, secondo i quali i guadagni futuri di Groupon saranno piuttosto ridotti rispetto alle previsioni iniziali, ma anche alla volontà del suo presidente del consiglio d'amministrazione Eric Lefkofsky di dedicarsi maggiormente all'attività di venture capital con Lightbank.

Un'accoppiata micidiale, che a quanto pare ha spinto i potenziali investitori a pensarci su prima di acquistare le azioni Groupon: resta comunque un dato di fatto come la società sembri ormai in picchiata libera nonostante i tentativi di rianimazione del CEO Andrew Mason. Solo questione di tempo prima che diventi economicamente in grado di essere appetibile da parte di qualche compratore? Vedremo.

Via | Thenextweb.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail