LinkedIn: in arrivo il primo grosso update dopo anni

LinkedIn: primo update da anni

LinkedIn cambia faccia per la prima volta in anni: il social network delle professioni e del lavoro è probabilmente stato spinto sulla strada dell’evoluzione rapida dalla brutta debacle della sicurezza di qualche tempo fa e dal deterioramento dei rapporti con Twitter.

Lo sviluppo dell’aggiornamento dovrebbe essere sperimentato con un rollout limitato ad un gruppo selezionato di utenti che faranno da collaudatori.

Le novità comprendono un nuovo layout pensato per promuovere la componente social e la condivisione di notizie. Forse colma anche un vuoto: il 29 giugno è stato bloccato il sync con Twitter, che bene o male forniva un contesto sociale alle imprese lavorative degli utenti.

“Bene” perchè creava contenuti popolari, ma “male” perchè non sempre tali contenuti avevano una qualche rilevanza allo scopo dichiarato del network. LinkedIn qui ha la possibilità di ricreare in meglio - e soprattutto in proprio - quel servizio di terze parti, trasformando una crisi in una situazione positiva.

Nella nuova versione LinkedIn aumenta le dimensioni delle immagini nel feed ed il menu ci “insegue” giù per la pagina in modo interattivo, senza più sparire in alto. E’ evidente l’ispirazione all’attuale timeline di Facebook, anche se in questo caso ci sono molti meno elementi grafici a distrarre. Quasi tutto sembra riarrangiato pensando alle migliori interfacce mobile, a dire il vero: una semplificazione che rende più comoda ed intuitiva la navigazione.

LinkedIn assicura la stampa che una buona parte del lavoro è stata fatta “sotto al cofano”. Esattamente come nel caso di Twitter, gli sviluppatori del social network professionale si sono dedicati a creare algoritmi che portano alla luce i contenuti rilevanti e soprattutto gli utenti rilevanti.

Se lo scopo di LinkedIn è fare in modo che chi vuole un lavoro sia messo in contatto con chi cerca un dipendente, allora un sistema che offra una rosa interessante di nuovi utenti nella sua sezione “persone che potresti conoscere” è una priorità. Allo stesso modo sono stati curati anche gli algoritmi che giudicano quali storie possano essere utili per l’utente.

In definitiva: l’update era necessario, anzi, un’occasione per dare nuova vita al network.

Via e Foto | Techcrunch

  • shares
  • Mail