Google multata per il tracking di Safari? Vicino accordo da 22 milioni con la FTC

SafariTrackingCode_Google

La già annunciata multa imposta a Google dalla Federal Trade Commission (FTC) per la violazione delle impostazioni della privacy di Safari, bypassate dall’azienda di Mountain View grazie ad uno speciale codice inserito in alcuni banner pubblicitari, sembra sempre più vicina: secondo il Wall Street Journal le due parti avrebbero raggiunto un accordo monetario record da 22,5 milioni di dollari che BigG dovrebbe pagare per risolvere la questione senza conseguenze.

Il tracking degli utenti di Safari, interrotto nel febbraio scorso, è stato una chiara violazione dell'accordo che la FTC e Google avevano raggiunto lo scorso anno, quando l'azienda di Mountain View, tra le altre cose, si impegnava a non diffondere i dati degli utenti senza il loro consenso esplicito. Così non è stato e, secondo i termini dell'accordo, Google rischiava una multa fino a 16 mila dollari al giorno per ogni violazione commessa. Da qui la multa record, non confermata dalle due parti coinvolte, di 22.5 milioni di dollari.

Se la Federal Trade Commission ha preferito non commentare pubblicamente la vicenda, Google ha rotto il silenzio e rilasciato un breve comunicato: "non possiamo commentare i dettagli, comunque abbiamo impostato i più alti standard di privacy e sicurezza per i nostri utenti. La FTC si è concentrata su una pagina dell'help center del 2009, un anno prima che Apple cambiasse la sua politica sulla gestione dei cookie. Ora abbiamo cambiato quella pagina e rimosso i cookie pubblicitari, che non hanno mai raccolto informazioni personali, dai browser Apple".

Update: l'ufficio stampa di Google Italia precisa che allo stadio attuale non è stato raggiunto alcun accordo e non è stata fissata alcuna multa.

Via | WSJ

  • shares
  • Mail