Hasbro risuscita il Furby, grazie a un LCD e la compatibilità con iOS

Furby, il simpatico peluche interattivo creato da Tiger Electronics nel 1998 e distribuito da Hasbro a partire dal 2005, tornerà nel 2012 in una versione inedita. Perché dovremmo parlarne su queste pagine? Semplice, il nuovo Furby si collega a internet per dialogare nientemeno che con iPad. Il pupazzo ha degli occhi LCD e sarà venduto insieme a un’applicazione dedicata per iOS. Non sono state divulgate tutte le specifiche del progetto, ma i primi video sono abbastanza esaustivi. È la naturale evoluzione dei giochi tradizionali.

Atteso negli Stati Uniti per il settembre prossimo a un prezzo di circa $60, il nuovo Furby sembra ispirarsi a un filmato “virale” che era stato proposto da Bill Moldt nel novembre del 2011 e nel quale il peluche era alle prese con Siri — la tecnologia di riconoscimento vocale di Apple per iOS. L’applicazione correlata includerà una serie di traduzioni dall’inglese alla lingua del Furby: grazie al microfono e ai nuovi sensori non è escluso che il pupazzo possa inviare o ricevere istruzioni dai giocatori proprio utilizzando Siri.

La versione del 2012 potrebbe non essere compatibile coi precedenti Furby. Hasbro aveva già rinnovato il progetto originale con un peluche poco apprezzato dai possessori del primo: anche in quell'occasione la compatibilità non era garantita. Rispetto ad altri gadget tecnologici che si connettono ai dispositivi mobili, il Furby non permetterà certo d’inviare aggiornamenti di stato o ricevere notifiche dai social network. Eppure, l’idea di farlo comunicare con iOS è intrigante. Chissà se la società prevede il supporto di Android.

Via | Digital Trends

  • shares
  • Mail