Maggioranza al femminile su Facebook, Twitter e Zynga

Donna su Facebook

Un tempo Internet era un posto per tardoadolescenti brufolosi con un’ombra di barba: primato perso, ora la maggioranza dei surfer è composta da donne. Era facile dedurre che su Pinterest ci fossero per lo più leggiadre fanciulle (l’abbiamo ripetuto spesso), ma la realtà è che anche Facebook e Twitter sono ormai territorio femminile.

Vi stupisce? A me non tanto. Ho sempre notato che i social media tendono ad essere dominati dalle donne, ma finora il mio era un giudizio che definirei “spannometrico”. Un po’ di numeri rivelano la realtà: su Facebook il 58% degli utenti è femmina, ed il 18% di loro aggiorna il proprio status ogni giorno (contro l’11% di uomini). Le fanciulle sono anche più disposte a commentare ed interagire sui post degli altri. Su Twitter è anche “peggio”. Non l’avrei mai detto ma lì le ragazze sono il 64%.

L’estensione della “sconfitta” di presenze assume però le proporzioni di un massacro su Pinterest. Lì l’utenza femminile è l’82%, e posso garantirvi che fanno la differenza per molti webmaster: i siti di cucina e lifestyle femminile hanno registrato un influsso di click superiore al traffico combinato proveniente da Twitter e Facebook. Il sito Cooking Light, per esempio, ha goduto del 6000% di traffico in più grazie a questo network.

Videogiochi, roba da uomini? Non se stiamo parlando del pestifero Zynga, in cui l’utenza non è soltanto femminile, ma forse addirittura a prevalenza di “mamme”. Lì le donne sopra ai 55, infatti, spendono più tempo a giocare di tutta l’utenza maschile tra i 15 ed i 34 anni. In totale le donne su Zynga sono il 60%.

Gli uomini sembrano mantenere un dominio solo su LinkedIn, il network professionale, sul caro vecchio Reddit (un utente su 5 è una donna) e su Google+, che non posso definire come il posto più popolare della rete. Forse il problema di noi maschietti non è la scarsa presenza sul social web, ma proprio la scarsa dimestichezza con le abilità che consentono di “socializzare” in rete.

Foto | Flickr
Via | Mashable

  • shares
  • Mail