Caso Oatmeal: Carreon cerca di bloccare la raccolta di beneficienza

Inman: ricercato vivo o morto

Non pago di essersi già reso completamente ridicolo di fronte a tutto il mondo, Charles Carreon ha deciso di peggiorare la propria situazione cercando di bloccare il denaro della raccolta di beneficienza creata dall’autore di The Oatmeal per sbeffeggiarlo (e combattere il cancro e salvare gli orsi Kodiak).

Ormai il terribile duello legale Oatmeal contro Carreon (se non ne sapete nulla leggete qui e qui) è completamente degenerato in un delirio di citazioni ed azioni legali inconsulte da parte dell’avvocato, ormai considerato uno degli individui più allucinati della Grande Rete.

La raccolta di beneficienza, forte di ben $220.000 raccolti dai fan di Oatmeal (e da chiunque mal sopporti le cause futili sui diritti d’autore), è stata soggetta ad un tentativo di ordine restrittivo da parte di Carreon, emesso contro l'operatore che si occupa di accumulare i fondi, IndieGoGo. Le ragioni sono piuttosto fumose e prive di qualsiasi fondamento, almeno stando a Popehat, un blog di avvocati a stelle e strisce che si dedica spesso alla discussione di tematiche legali.

Per farvi un riassunto, Carreon cerca di sostenere che l’autore di Otameal sta “fingendo” di essere caritatevole per i propri scopi perversi. Il ragionamento più divertente che si può estrarre dalla citazione è questo: il fundraiser va bloccato perchè

“Nonostante [Inman] sia stato in grado di indurre molti donatori e contribuire, il suo desiderio di montare il ricavato come un destriero dimostra l’evidente carenza della sobrietà e dell’atteggiamento responsabile che è appropriato per un promotore di una raccolta fondi benefica”.

Sobrietà? Stiamo parlando della persona che ha fatto queste foto e che scrive poemi punk contro Inman. E’ ovviamente difficile che un giudice ascolti davvero i deliri di Carreon. Anche se così fosse IndieGoGo possiede al massimo metà della cifra - la parte donata con le carte di credito. Il resto è stato donato con PayPal, ed è stato direttamente trasferito ad Inman. Chissà, forse Carreon farà causa anche a PayPal.

Foto | American Buddha, il sito di Charles Carreon
Via | Popehat

  • shares
  • Mail