Spotify arricchisce l’offerta di Yahoo! Music: a quando per l’Italia?

Yahoo! MusicYahoo! Music, la sezione dedicata al panorama musicale sull’omonima piattaforma, ha iniziato a distribuire delle playlist da Spotify: uno fra i più popolari servizi di streaming. Com’è noto, quest’ultimo non è raggiungibile dal nostro Paese. Un aspetto che inizia davvero a diventare “fastidioso”, non soltanto rispetto a Spotify. Motivo per il quale, anziché soffermarmi troppo su funzionalità che non potremmo utilizzare, colgo l’occasione per fare delle valutazioni sull’atteggiamento propositivo di Yahoo! e i limiti dell’Italia.

Riassumendo, la notizia è che Yahoo! e Spotify si sono accordati per la condivisione dei contenuti. La distribuzione ha già raggiunto Yahoo! Music e presto sarà estesa a Yahoo! Movies (Yahoo! Cinema, nella versione italiana) e Yahoo! omg! — un portale di gossip, pure localizzato per il nostro Paese. Il problema è che difficilmente potremo usufruirne: abitando a pochi chilometri dal confine con la Svizzera – dove Spotify è presente – inizio a provare una certa invidia. Il numero di servizi inaccessibili dall’Italia è in crescita.

Lasciando perdere il cahier de doléance sulle leggi che impediscono una degna diffusione dei contenuti in streaming per l'Italia, Yahoo! ha ricominciato a innovare. Dopo la dipartita di Scott Thompson, il Chief Executive Officer che era subentrato alla dimissionaria Carol Bartz, il portale ha presentato Axis – il nuovo browser e motore di ricerca visuale – e rinnovato l’interfaccia di molti servizi. L’apporto di Alibaba (che, a dispetto del nome arabeggiante, è cinese) sembra dare dei frutti: attendiamo la risposta dei mercati.

Via | Yahoo!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: