Android e iOS sono fra le cause della crisi economica per l’euro-zona

EuroQual è la relazione fra la crescita di Android e iOS, il declino di Nokia e la crisi economica europea? Apparentemente, nessuna. E, invece, l’attento Haydn Shaughnessy – un collaboratore di Forbes – è riuscito a trovare una proporzionalità diretta tra questi fattori e il crollo della moneta unica. Gli economisti, infatti, sono abituati a considerare la situazione di Germania, Francia e Italia per descrivere lo stato della finanza continentale. Tuttavia, la Finlandia è altrettanto determinante e Nokia produce fino al 6% del PIL.

Il ruolo di Nokia, in Europa, non è stato soltanto quello di leader dei telefoni cellulari. Ha apportato un contributo allo know-how che ha permesso a numerose imprese di crescere sulle infrastrutture per le reti mobili, ecc.: l’ultimo successo – da questo punto di vista – è stato il rilascio di Symbian, il sistema operativo utilizzato dai dispositivi di Nokia, come open source nel 2009. Oggi, però, Samsung ha superato la società finlandese nella classifica dei produttori di cellulari. Assumendo, così, la leadership del settore.

La crisi di Nokia ha coinvolto l’intera filiera produttiva, incidendo inevitabilmente sul valore dell’euro. Quella di Shaughnessy è una tesi suggestiva ed è probabile che la débâcle della società finlandese abbia avuto un certo peso. Eppure, quello delle telecomunicazioni è soltanto uno dei settori produttivi e neppure il più importante. Rispetto agli Stati Uniti, l’Europa – come avviene in Italia – ha un’economia basata sulle piccole e medie imprese. Nokia, da sola, non avrebbe potuto determinare l’intero tracollo finanziario.

Via | Forbes

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: