Google smantella i servizi principali di Meebo

Meebo

Cominciano a vedersi i primi effetti dell'acquisizione di Meebo da parte di Google. A meno di una settimana dall'annuncio ufficiale, ecco la conferma che alcuni tra i servizi principali di Meebo, nato nel 2005 come piattaforma sociale di messaggistica istantanea via web, verranno interrotti tra poche settimane. Dall'11 luglio prossimo non esisteranno più Meebo Messenger, la funzione Sharing on Meebo, il widget Meebo Me e tutte le applicazioni ufficiali per i dispositivi mobili, iPhone, Android e Blackberry.

L'annuncio è arrivato direttamente da Meebo, che ha spiegato ai suoi utenti come comportarsi in vista dello smantellamento di questi prodotti e servizi: gli utenti del Messenger possono salvare la cronologia delle conversazioni a questo indirizzo, mentre per scaricare lo storico delle condivisioni basterà loggarsi a Meebo a cliccare sull'apposito link. Per Meebo Me, invece, sarà necessario rimuovere il codice embed dal proprio sito, sempre entro l'11 luglio 2012.

Più viva che mai, invece, è la Meebo Bar, il gadget che permette ai visitatori di un sito di usare Meebo per interagire con la pagina. Il sito ufficiale assicura che il servizio resterà attivo - almeno per le prossime settimane e i prossimi mesi - e che continuerà ad essere regolarmente aggiornato. Chi, visto il cambio di proprietà, desidera eliminare completamente l'account Meebo può farlo visitando questo indirizzo.

Dandovi la notizia dell'acquisizione ci eravamo chiesti quali sarebbero state le conseguenze. Ora che abbiamo avuto risposta dal fronte Meebo, resta da scoprire come il suo team e la sua quasi decennale esperienza si rifletterà in Google+, la piattaforma sociale di Google che proprio da questa acquisizione dovrebbe ricevere nuova linfa vitale.

  • shares
  • Mail