Last.fm come LinkedIn: rubate alcune password

lastfm

Ciclicamente, la cosa si ripete, e per uno scherzo del destino gli iscritti ai vari servizi web si ritrovano all'improvviso di fronte a una sequenza di furti di password e account: dopo LinkedIn è arrivato infatti il turno di Last.fm, famoso servizio di musica in streaming usato da numerosissime persone in giro per la rete. Il report stavolta proviene dallo stesso staff di Last.fm, che ha invitato tutti quanti i suoi utenti a cambiare la password immediatamente, nel frattempo che i suoi esperti in sicurezza portano avanti un'indagine su un furto di credenziali d'accesso.

Anche se Last.fm parla di "alcune password", a offrire qualche dato in più è stata la società esperta in sicurezza KoreLogic, secondo la quale il furto sarebbe avvenuto almeno un anno fa, tra 2010 e 2011: niente di collegato a quanto accaduto a LinkedIn quindi, ma se confermata tale informazione sarebbe ancora più sconcertante, alla luce del fatto che l'annuncio da Last.fm arriverebbe di fatto dopo mesi e mesi dal fattaccio. Sempre KoreLogic riporta che gli account colpiti sarebbero 17,3 milioni, molti dei quali con la parola "lastfm" all'interno della loro password, seguita da altre come "last," "music," "password" e "qwerty."

Password molto poco sicure quindi, che dovrebbero lasciare tranquillo chi invece ne ha una ritenuta "forte". Il consiglio in ogni caso è sempre lo stesso: cambiare la vostra password sulla piattaforma e usarne una unica, in modo che anche in caso di furto questa non possa essere usata dai malintenzionati per accedere ad altri servizi.

Via | Lifehacker.com

  • shares
  • Mail