Bucato LinkedIn: 6,5 milioni di password rubate

LinkedInBrutta giornata per LinkedIn: dopo i problemi relativi alla sicurezza della versione iOS dell'applicazione del social network "lavorativo", la stessa piattaforma avrebbe visto il furto di circa 6,5 milioni di password, pubblicate online senza troppi complimenti da un sito russo. È stato il sito norvegese Dagens IT a pubblicare per primo la notizia, riportando per fortuna la presenza di password criptate nell'elenco messo in rete.

Ma le intenzioni dei cattivoni di turno sarebbero comunque bellicose, visto che secondo l'esperto in sicurezza Per Thorsheim le password sarebbero state pubblicate online proprio per chiedere aiuto nella loro decrittazione: a quanto pare, nonostante i dati completi degli account non siano in rete, secondo CERT-FI gli hacker sarebbero comunque in loro possesso.

La conferma sulla veridicità delle password pubblicate è stata confermata anche dal possessore di uno degli account coinvolti, che via Twitter ha parlato della corrispondenza dell'hash da lui generato con quello pubblicato online. In breve tempo, LinkedIn ha reagito sempre via Twitter alla notizia, assicurando di avere un team già al lavoro sulla faccenda.

Comunque sia, nel frattempo come al solito il consiglio è quello di cambiare password su LinkedIn e, nel caso in cui la usiate pure in altre piattaforme, fare la stessa cosa anche in esse.

Aggiornamento: LinkedIn ha ammesso il furto, parlando tuttavia di "alcune password". I proprietari degli account coinvolti saranno contattati direttamente per il reset della propria password.

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail