Gli over-55 usano password più sicure dei giovani


Secondo una strana ma interessante ricerca pubblicata su NewScientist, gli over 55 scelgono password che sono il doppio più sicure di quelle che scelgono i giovani sotto ai 25 anni d’età.

L’autore è uno scienziato informatico dell’Università di Cambridge, che ha analizzato 70 milioni di utenti di Yahoo per comprendere il livello di sicurezza delle parole chiave usate per proteggere i loro account. Ovviamente gli è stato impossibile accedere ai singoli account, ma tuttavia è stato in grado di calcolare la forza delle password senza troppi problemi.

La sua ricerca ha evidenziato che i meno attenti al mondo sono gli indonesiani, mentre coreani e tedeschi sono i più paranoici in assoluto. La percentuale di furboni che utilizzano password come 123456 o “password” resta incredibilmente elevata ed ovviamente rincarano la dose non cambiandole quasi mai. Chi cambia spesso le credenziali, invece, sceglie quasi sempre sequenze difficili da violare.

A quanto pare, i navigatori con qualche pelo grigio sono più ligi al dovere ed attenti. Forse in questo caso la dimestichezza con il mezzo di comunicazione gioca contro i ragazzi, che sembrano avere la tendenza a diventare compiacenti - Almeno finchè non è troppo tardi.

I consigli degli esperti restano più o meno sempre uguali. E’ decisamente più difficile attaccare una password lunga, di almeno 9 caratteri. La normale password di 6 caratteri alfanumerici maiuscoli e minuscoli dovrebbe offrire 32 bit di sicurezza, ma la realtà è che la media è abbassata parecchio dalle scelte poco sagge. Parole presenti sul dizionario, date di nascita, assenza di caratteri speciali tendono a rendere molto facile la vita agli hacker. Senza poi neppure contare le domande di verifica, in cui ci sono nomi di cani ed altri dettagli che possono essere rubati facilmente altrove. Dove è possibile, è meglio avere un sistema di autenticazione a due fattori, ovvio.

Via | New Scientist

  • shares
  • Mail