Rebecca Black devolve tutti i guadagni ai terremotati del Giappone

which seat can I take?

La tredicenne responsabile di Friday, il terribile singolo giudicato “la canzone più brutta di sempre” e diventato uno smash hit grazie ad Internet, ha deciso di devolvere ai terremotati giapponesi tutto quello che ha guadagnato.

Diventare un meme non è certo rilassante, anche perchè tutte le celebrità internettiane sono tali a causa di coincidenze, circostanze strane e spesso con una completa assenza di merito personale. Se poi si pensa al tipo di fama che circonda la povera Rebecca, odiata dai navigatori quasi quanto Justin Bieber in persona, non ci sono dubbi sul peso appoggiato sulle spalle di questa piccola celebrità inaspettata.

Friday è davvero una pessima canzone, nonostante l’apprezzamento di Lady Gaga. Il testo, ormai lo sappiamo, è quanto di più stupido sia mai stato scritto, e il cantato è più robotico che umano a causa di autotune: gli ingredienti per un successo “al contrario” da 40 milioni di visite su YouTube.

L’adolescente ha detto di essersi sentita in colpa quando la sua esplosione di popolarità è avvenuta a ridosso della tragedia che ha colpito il Giappone. Per questo i proventi verranno indirizzati verso il recupero del territorio nipponico, ma anche alla scuola frequentata dalla Black - Come la maggior parte delle High School americane non naviga certo nell’oro.

Contemporaneamente la piccola meme-star sbarca anche in politica, nel modo peggiore possibile. La madre, messicana di nascita, l’ha trasportata nel paese d’origine per supportare pubblicamente in una vera e propria conferenza stampa il candidato alla presidenza Enrique Peña Nieto, esponente del PRI, un partito giudicato un autoritario corrotto da buona parte della stampa autoctona. Pensate un po’, Rebecca Black come testimonial: che si tratti di un tentativo di sabotaggio indiretto delle chance elettorali di Nieto?

Via | AOL | Huffington Post

  • shares
  • +1
  • Mail