La nuova barra laterale Ricerca di Google Documenti

Google Documenti Ricerca

Google Documenti continua lungo la sua strada per diventare la suite da ufficio definitiva ed oggi introduce una nuova funzione, chiamata semplicemente Ricerca. Presente sotto forma di barra laterale, Ricerca si può usare per trovare su Google informazioni sull'oggetto del nostro interesse e poi incapsulare i risultati nel nostro lavoro con la semplice pressione di un pulsante.

Siete alla caccia di una citazione di George R. R. Martin per completare la vostra recensione dell’ultimo episodio di Game of Thrones? Siete studenti stressati che devono finire un lavoro “entro subito”? Nessun problema. Non dovete neppure faticare con un copia incolla. La funzionalità può essere richiamata con il tasto destro del mouse, dal menù strumenti o anche da una scorciatoia da tastiera. Inutile dire che il metodo più comodo è il tasto destro: evidenziate una parola e Ricercatela, con un click. I risultati possono essere inseriti come citazione nel testo, oppure come nota a piè pagina. E' sufficiente scorrere il mouse sopra ai risultati per far comparire i pulsanti relativi.

La ricerca di Ricerca (perdonatemi, non ho resistito) non è proprio quella del motore principale di Google. Le fonti sono appositamente limitate, verificate dall’algoritmo, che controlla una serie di siti affidabili. Certo, nullla sostituisce l’intelligenza umana, ma questa è una buona traccia su cui lavorare.

Ricerca consente un accesso molto rapido a citazioni, bio, diagrammi, immagini, mappe, recensioni, news dell’ultim’ora. Con un filtro è anche possibile ottenere esclusivamente risultati Creative Commons: specie per le immagini si tratta di una funzione preziosa. Le informazioni riportate non sono per nulla stantie, anzi, sono aggiornate agli ultimi eventi. La funzione sarebbe stata praticamente inutile se cercando dettagli su un fatto di cronaca avesse riportato solo il vuoto.

Ricerca è stata già attivata per gli utenti italiani. I risultati sono piuttosto interessanti: cercando "latino" mi è comparsa la voce relativa alla lingua morta in questione, ma anche quella in inglese riguardante l'etnia e latinoamericana - Anche le immagini che mi sono state restituite erano di personaggi pubblici appartenenti a tale popolazione. A questo punto è facile sospettare che Google esamini tanto i risultati nella nostra lingua che quelli generali, riportando un risultato misto.

Via | The Verge

  • shares
  • +1
  • Mail