Yahoo!: fuori Scott Thompson, Ross Levinsohn nominato CEO ad interim

RossLevinsohn

Scott Thompson non è più il CEO di Yahoo!. L'aver mentito sulla sua laurea in Informatica, mai presa ma dichiarata nel suo curriculum, gli è costato il posto di lavoro. L'annuncio è arrivato ieri sera con un comunicato ufficiale rilasciato dall'azienda: "il consiglio di amministrazione ha nominato Ross Levinsohn (in foto) CEO ad interim, al posto dell'ex CEO Scott Thompson che ha deciso di lasciare l'azienda con effetto immediato, e Fred Amoroso nuovo presidente del consiglio di amministrazione".

Amoroso, già membro del comitato speciale istituito da Yahoo! per condurre un'indagine sulle credenziali di Thompson, prende il posto di Roy Bostock, che come Patti Hart ha deciso di farsi da parte e di non concorrere per la rielezione prevista per il mese prossimo. Nell'annunciare questi importanti cambiamenti, l'azienda ha rivelato anche di aver raggiunto un accordo con l'hedge fund Third Point, azionista di Yahoo con il 5,8%, che da tempo portava avanti una battaglia per ottenere un posto nel consiglio di amministrazione.

Ne ha ottenuti ben tre: Daniel S. Loeb, l'azionista che ha fatto esplodere lo scandalo Thompson, Harry J. Wilson e Michael J. Wolf diventeranno membri del consiglio di amministrazione a partire da mercoledì 16 maggio. I tre prenderanno il posto di VJ Joshi, Arthur Kern e Gary Wilson, le altre tre teste cadute dopo la denuncia presentata da Loeb.

Via | Yahoo

  • shares
  • +1
  • Mail