Blogger attiva la gestione avanzata dei metadata agli amministratori

BloggerBlogger – la piattaforma di blogging acquisita da Google nel 2003 – è tornata a essere un punto di riferimento per l’indicizzazione dei contenuti. L’ultimo aggiornamento dell’interfaccia d’amministrazione, infatti, permette una gestione avanzata dei metadata: gli utenti possono migliorare il rapporto dei blog coi motori di ricerca.

La prima novità riguarda l’inserimento delle descrizioni: oltre ai titoli, Blogger ha attivato il campo – previsto, inizialmente, soltanto per l’intero blog – su ogni intervento. Simile all’excerpt di WordPress, il testo inserito come descrizione apparirà sia sui motori di ricerca, sia nella condivisione dei post sui social network.

Entrando nel pannello d’amministrazione, gli utenti possono inserire una frase da mostrare ai lettori qualora si verificasse un errore del protocollo HTTP di tipo 404 — la classica pagina non trovata. Un’opzione meno interessante delle altre, considerando che Blogger ha un’indicizzazione particolarmente consistente per i contenuti.

Gli utenti meno esperti della sintassi di HTML, che utilizzano l’editor What You See Is What You Get (WYSIWYG) di Blogger, possono optare per l’inserimento di rel="nofollow" sui link: evitando che il collegamento incida sul ranking della pagina. La stessa possibilità era prevista, manualmente, modificando i sorgenti degli articoli.

L’ultima novità è, forse, la più importante riguardo alla Search Engine Optimization (SEO). Gli utenti di Blogger possono controllare i crawler dei motori di ricerca, agendo sul tag robots: tra le opzioni possibili, l’attributo noarchive permette di disabilitare il caching delle pagine — una scelta piuttosto diffusa tra i webmaster.

Rispetto alle soluzioni self-hosted, Blogger non è ancora sufficientemente duttile. Tuttavia, pensando ai diretti competitori – ad esempio, WordPress.com – gli strumenti d’amministrazione della piattaforma sono migliori. Google, peraltro, restituisce delle pagine statiche al posto di quelle dinamiche: un vantaggio non indifferente.

Via | Google

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: