Benedetto XVI promuove l’Islam sui domini .xxx registrati in Turchia

ICM RegistryIl Papa, Benedetto XVI, è l’ultima vittima illustre del cybersquatting: la pratica d’acquisto dei nomi a dominio di brand e personaggi pubblici per lucrare sulla rivendita. Dopo l’acquisto del dominio vatican.xxx – che non è stato effettuato dal Vaticano – è ancora ICM Registry sotto accusa. I siti sono stati acquistati in Turchia.

Top-Level Domain (TLD) quali josephratzinger.xxx, ecc. sono stati registrati da un certo Bulent Ozcan, cittadino turco, allo scopo di promuovere l’Islam. Un banner avverte che i domini sono in vendita, rivelando il vero intento del proprietario: ricattare la Chiesa. Non è la prima volta che i domini .xxx si prestano a queste truffe.

Proprio per la particolarità del dominio, che “dovrebbe” essere riservato ai contenuti pornografici, questi indirizzi possono essere sospesi da ICM Registry in due giorni lavorativi. Il Vaticano ha un altro problema con l’estensione .xxx: tutte le religioni hanno avuto il blocco dei rispettivi domini, ma catholic.xxx è disponibile.

Via | The Register

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: