Internet Explorer 10 per Metro, con la Consumer Preview di Windows 8

Windows 8Internet Explorer 10, il prossimo aggiornamento del browser di Microsoft, è perfettamente integrato nell’interfaccia di Metro su Windows 8: disponibile in anteprima con la Consumer Preview del sistema operativo, segna un ulteriore progresso di Redmond. Se IE9 ha aperto agli standard del W3C, IE10 costringerà gli altri a rincorrere.

Google e Mozilla hanno già annunciato le proprie versioni di Chrome e Firefox per Metro, ma – rispetto al passato – il ruolo di Internet Explorer 10 sarà difficilmente sostituibile. IE10 sul desktop non presenta enormi differenze da IE9: è Metro a cambiare le regole del gioco. Tutta l’interfaccia è in HTML5 e il browser è integrato.

Ad esempio, se un sito prevede il download di un’applicazione, con IE10 basta un clic su favicon.ico (l’icona che contraddistingue la pagina nei preferiti) per scaricarla. I programmi di Windows 8 diventeranno ubiqui, potendo essere eseguiti – Messenger su tutti – nella barra laterale del browser, senza interrompere la navigazione.

Internet Explorer 10

Internet Explorer 10
Internet Explorer 10
Internet Explorer 10
Internet Explorer 10

Cut the Rope, un videogioco dimostrativo di Microsoft, è l’esempio perfetto di quest’opzione. Inoltre, la ricerca su IE10 e quella di Metro si fondono in un’unica esperienza: il “pinning” dei siti, introdotto con Internet Explorer 8, acquisisce un maggiore significato. Senza dover aprire il browser, le “pin” sono visibili in Metro.

La barra degli indirizzi posta nella parte inferiore dello schermo è a comparsa. Internet Explorer 10 visualizza tutti i contenuti in fullscreen a livello predefinito. Le operazioni di condivisione sui social network sono facilitate dall’interfaccia di Metro, che non richiede delle applicazioni aggiuntive per pubblicare su Facebook.

Personalmente, continuo a pensare che – se Microsoft avesse eliminato definitivamente il desktop da Windows 8 – saremmo di fronte a un sistema operativo davvero convincente. Metro è, in pratica, la realizzazione di quanto Google avrebbe desiderato su Chrome OS: legarne la disponibilità all’acquisto dei Chromebook è stato un errore.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: