Ralph Baer, l’ideatore di Pong, sui quarant’anni di Magnavox Odyssey

Magnavox Odyssey, la prima console per l’intrattenimento domestico, festeggerà quarant’anni dalla presentazione il prossimo 24 marzo. Ralph Baer, che la creò, ha compiuto novant’anni lo scorso 8 marzo. David Friedman, un fotografo newyorkese, ha intervistato l’ideatore di Pong, ovvero Table Tennis: il primo videogioco della storia.

Sorprendentemente, se a novant’anni ha ancora voglia d’innovare, Baer non è soddisfatto del ruolo assunto dai videogiochi. I giovani dedicano troppo tempo ai propri smartphone e non leggono più. In un certo senso, Baer riconosce d’aver creato un “mostro”. Le sue intenzioni erano diverse: riunire le famiglie davanti alla televisione al televisore.

Table Tennis e gli altri undici giochi di Magnavox Odyssey, ad esempio, erano pensati per essere utilizzati in famiglia. Baer – considerato l’inventore dei videogiochi – non ne ha mai concepito un utilizzo individuale. Le modalità a single player di smartphone e console è «una degenerazione» d’un modello ideato per la condivisione.

Via | AllThingsD

  • shares
  • Mail