Colossus, il primo elaboratore elettronico a essere stato realizzato

Colossus fu il primo elaboratore elettronico al mondo: fu realizzato in Gran Bretagna nel 1943, alla fine della seconda guerra mondiale, dall’intuizione del Dott. Thomas Flowers. Operativo dal 1944 a Bletchley Park, sostituì Heath Robinson, un macchinario più semplice, nel decifrare le comunicazioni criptate della Germania nazista.

Entro la fine del conflitto furono costruiti dieci esemplari di Colossus, un “gigante” da 1.600 valvole termoioniche. Il Dott. Flowers aveva concepito il progetto prima della guerra, però il centro di ricerca britannico non era convinto che fosse davvero realizzabile: la tenacia dell’ingegnere, alla lunga, s’è rivelata determinante.

Otto sui dieci modelli di Colossus sono stati smantellati e perduti, ma The National Museum of Computing proporrà in settimana una nuova galleria dedicata alla ricostruzione dei due esemplari rimasti. Google ha co-prodotto un documentario per la BBC che mostra le interviste ad alcuni collaboratori del Dott. Flowers, morto nel 1998.

Via | Google

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: