Foursquare ha lasciato Google Maps per OpenStreetMap grazie a MapBox

FoursquareFoursquare, la diffusa piattaforma di gamification sul posizionamento geografico, ha abbandonato Google Maps: utilizzato dagli esordi del social network. Le nuove mappe di Foursquare – a partire da ieri – sono fornite da MapBox Streets, un servizio basato su OpenStreetMap. Più che una scelta, quella di Foursquare è una costrizione.

Per giustificare la transizione, infatti, Foursquare ha parlato di open data: OpenStreetMap è un servizio di mappatura collaborativa, che conta sull’apporto della comunità open source. OpenStreetMap ha raggiunto un livello di maturità tale da essere stato scelto su MapQuest, tra i leader nel settore. Foursquare è un valore aggiunto.

Tuttavia, la scelta di Foursquare ha altre motivazioni. Google, quando ha affidato il mantenimento del database di MapMaker a The World Bank, ha riservato molte delle funzionalità erogate dalle Application Programming Interface (API) ai clienti a pagamento. Foursquare, per continuare a utilizzare Google Maps, avrebbe dovuto pagare.

Via | Foursquare

  • shares
  • Mail