Facebook cerca di rilanciare la funzione Poke

Sembra che Facebook abbia deciso di dare nuova linfa alla vecchia funzione dei Poke.

Mark Zuckerberg

Facebook starebbe cercando di rilanciare la funzione Poke. Tecnicamente questa feature non è mai sparita del tutto, solo che è un po' caduta nel dimenticatoio. Adesso il social network blu ha deciso di darle una posizione un pochino più prominente e starebbe anche pensando di espandere il set di opzioni di saluto casuale per includere, per esempio, l'occhiolino, l'onda, il dare il cinque e l'abbraccio. Lo scopo dell'esistenza dei Poke è quello di attirare velocemente l'attenzione di un altro utente sul nostro feed. Adesso il pulsante Poke verrà spostato nella parte superiore del profilo degli utenti su mobile, accanto al pulsante Messaggi e proprio sotto il nome e la foto di quella persona. Anche il nuovo set di opzioni si troverà in alto e sarà corredato di pulsanti colorati.

C'è davvero bisogno della funzione Poke su Facebook?

Poke è una delle funzionalità più vecchie di Facebook. Esisteva già nel periodo in cui il social network di Mark Zuckerberg era chiamato Thefacebook e sin da allora non è che il suo significato sia mai stato ben definito: Facebook aveva deciso di lasciargli libera interpretazione.

Facebook ha così spiegato: "Quando abbiamo creato i Poke, abbiamo pensato che sarebbe stato bello avere una funzione senza uno scopo specifico. Le persone interpretano i Poke in molti modi diversi e le incoraggiamo a svelare i loro significati".

Alcune persone hanno considerato i Poke come una sorta di flirt virtuale, altri li hanno visti più che altro come scherzi. In alcuni casi sono state scatenate vere e proprie battaglie a suon di Poke. Diciamo che non tutti sono entusiasti di questo nuovo revival dei Poke su Facebook: la nuova posizione del pulsante, infatti, rende più facili anche gli invii accidentali e non voluti.

Piaceranno i nuovi Poke e Greetings? Staremo a vedere. Anche perché sarebbe facile utilizzarli per infastidire qualcun altro.

Via | TechCrunch

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail