Google: EPIC ricorre in appello contro il no della Federal Trade Commission

Il gruppo pubblico americano Electronic Privacy Information Center (EPIC) torna alla carica contro l'ormai imminente unificazione delle politiche sulla privacy di Google che tanto ha fatto e sta facendo discutere. Già un paio di settimane fa EPIC aveva chiesto alla Federal Trade Commission (FTC) di indagare su possibili violazioni dell'accordo sulla privacy raggiunto lo scorso anno tra la FTC e l'azienda di Mountain View col quale Google si impegnava, tra l'altro, a non diffondere i dati degli utenti senza il loro consenso esplicito.

Quel tentativo non era andato in porto: per Legge i gruppi come EPIC non possono in alcun modo interferire con le indagini condotte dalla Federal Trade Commission e la corte federale di Washington, come richiesto dalla FTC, non poté far altro che chiudere il caso. Ora, a pochi giorni dall'entrata in vigore del nuovo regolamento unificato - il 1 marzo - EPIC ha deciso di presentare un appello d'emergenza contro la decisione della corte, chiedendo alla Corte d'Appello di Washington di intervenire in tempi record.

E' davvero questione di poche ore e a questo punto pare poco probabile che questa unificazione delle politiche venga impedita, nonostante le indagini avviate dall’Unione Europea e dalla Korea Communications Commission (KCC), senza contare le polemiche sollevate dagli utenti e la recente richiesta di accertamenti fatta dal Center for Digital Democracy (CDD). Non ci resta che attendere.

Via | TechCrunch

  • shares
  • +1
  • Mail