Su Uber arrivano le destinazioni multiple: ecco come funzionano

In arrivo una nuova feature su Uber: vediamo come funzionano le destinazioni multiple.

Uber

Uber ha appena aggiunto una nuova funzionalità che permetterà agli utenti di sfruttare le destinazioni multiple. Cosa vuol dire? Che in pratica gli utenti potranno effettuare diverse fermate durante il proprio tragitto, indicandole all'interno dell'applicazione. Questo permette ai passeggeri non solo di indicare più destinazioni nel proprio tragitto, ma anche eventualmente di dividere le spese del viaggio con altri passeggeri. Sono passati i tempi in cui gli utenti dovevano informare verbalmente l'autista su eventuali destinazioni multiple: adesso potranno fare tutto sull'applicazione.

Uber: come funzionano le destinazioni multiple?

Per utilizzare la funzione delle destinazioni multiple su Uber, dovrete andare nel campo della destinazione. Qui dovrete inserire la prima tappa del vostro viaggio e poi cliccare sul tasto "+" in modo da aggiungerne delle altre. Come anticipavamo, in questo modo si potranno condividere le corse con gli amici o altri utenti che devono raggiungere altri punti.

Si potranno poi apportare modifiche alle destinazioni anche durante la corsa, aggiungendo o togliendo destinazioni in tempo reale. L'autista riceverà automaticamente le indicazioni per ciascuna fermata in modo da poter comodamente organizzare il percorso.

La cosa che lascia perplessi, però, è che Uber suddividerà in parti uguali anche le spese del viaggio con fatture differenziate. A prima vista sembra una cosa utile, solo che si rischia che il passeggero che deve fermarsi prima, finisca col pagare di più e questo soprattutto se le varie destinazioni sono piuttosto lontane fra di loro. Altro dato da tenere in considerazione è che tali corse potrebbero costare di più, in quanto Uber calcola la tariffa basandosi sul tempo e sulla distanza totale del percorso. Questo vuol dire che se i passeggeri in una delle destinazioni attendono che un altro compagno finisca di comprare una bottiglia di vino, ecco che quel tempo di attesa verrà comunque conteggiato nella tariffa finale.

Via | The Verge

Foto | alper

  • shares
  • +1
  • Mail