Volunia: Massimo Marchiori annuncia migliorie alla grafica e al motore di ricerca

Volunia

Volunia, il nuovo motore di ricerca italiano ideato da Massimo Marchiori, è stato presentato due settimane fa ed è stato accolto da una serie di critiche. Se, da un lato, si è apprezzato l'intento rivoluzionario, dall'altro sono state sottolineate le numerose pecche: dal logo poco accattivante alla grafica troppo anni '90, passando per la chat poco pratica ai numerosi limiti delle ricerche. Tutte critiche che Marchiori ha preso in considerazione per effettuare i cambiamenti annunciati poche ore fa.

Saranno due gli interventi principali da compiere prima dell'apertura di Volunia al pubblico, uno sulla grafica e l'altro sul motore di ricerca. Il sito subirà un vero e proprio restyling tenendo in considerazione due parole chiave, semplicità e usabilità. Più vicino a Google, insomma, visto che secondo quanto dichiarato da Marchiori saranno tolte un po' di funzioni e si punterà tutto su un look minimalista.

L'intervento più importante, però, riguarda il motore di ricerca - che poi è ciò su cui si basa Volunia - che al momento indicizza soltanto l'1% dei siti web. Il traguardo, nell'immediato, è di arrivare al 5%: per permettere l'indicizzazione del proprio sito, però, occorre ancora fare richiesta a Volunia - tramite l'apposita funzione disponibile nel profilo personale - ed inserire un codice all'interno del sito. E' lo stesso creatore a confermare questo impegno a Wired: "Stiamo lavorando molto sul motore di ricerca, era la parte che avevamo sviluppato meno e ora siamo concentrati su questa perché sotto il profilo social abbiamo ricevuto poche critiche".

Si è parlato, inoltre, della possibilità di includere Google in Volunia tramite un plugin per i principali browser - Internet Explorer, Chrome e Firefox - mentre è stata esclusa, almeno per ora, la realizzazione di un browser, molto richiesto dagli utenti ma non ancora nei piani di Marchiori. La data dell'apertura dell'accesso a tutti gli utenti è ancora sconosciuta, quindi per testare con mano questi cambiamenti dovremo attendere ancora un po'.

Via | Wired

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: