Twitter condivide la sua Safety Road Map per bannare odio e violenza dalla piattaforma

Twitter ha reso pubblica lasua Safety Road Map atta a eliminare odio e violenza dalla piattaforma. Ecco i punti salienti.

Twitter

Twitter ha creato un piano preciso per modificare le sue funzioni relative alla sicurezza e ha annunciato una nuova politica per quanto riguarda l'eliminazione dell'odio e della violenza sulla piattaforma, pubblicando la sua Safety Road Map. Fra le nuove metodiche spiccano il ban per chi usa nomi inerenti l'odio e migliorie per quanto riguarda la segnalazione di "seconda mano" di abusi. Twitter prevede di implementare tutti questi cambiamenti entro gennaio prossimo. L'azienda si è anche poi scusata per il fatto che spesso promette migliore, ma che queste poi ritardando ad essere messe in pratica. Il social network ha così spiegato: "Troppo spesso in passato abbiamo detto che avremmo fatto di meglio e promesso più trasparenza, ma a volte abbiamo fallito".

Ecco i punti principali del programma di Twitter volto ad estirpare odio e violenza dal social network:

  1. Hateful Display Names: ci sarà il divieto di visualizzare tali nomi, punendo così coloro che utilizzano la tecnica del nameflaming. Si ha quando qualcuno cambia il nome visualizzato per insultare qualcuno che magari lo ha criticato
  2. Segnalazione di abusi: Twitter controllerà meglio le segnalazioni di abusi fatte da altre persone che non siano la vittima, stabilendo quale sia la relazione del segnalatore con la vittima e con lo stalker. Questo per evitare segnalazioni fasulle fatte magari per screditare gratuitamente la concorrenza o altri utenti e per controllare che effettivamente le segnalazioni arrivino da persone che abbiano motivo di essere offese da quel tweet
  3. Nuove regole per i contenuti: saranno banditi i gruppi violenti, i simboli di odio negli avatar e nelle descrizioni del profilo. I contenuti in tweet del genere verranno nascosti tramite un avviso, verranno controllati approcci relazionali indesiderati e si cercherà di definire meglio ciò che è spam

Ma cosa manca in questo piano? Una modifica funzionale al modo in cui gli utenti di Twitter interagiscono fra di loro. Uno dei sistemi potrebbe essere modificare il modo in cui funzionano le risposte. Il fatto è che adesso si possono disattivare le risposte provenienti da determinati account, come quelli che non seguiamo, chi ha creato un account nuovo, quelli che non hanno un'immagine di profilo, quelli che non hanno un indirizzo e-mail confermato o chi non ha segnalato il proprio numero di telefono.

Ma il problema sono tutte le categorie di haters lasciate fuori da queste opzioni, mentre, paradossalmente, la rigidità di tali regole potrebbe accidentalmente silenziare anche risposte innocenti. Twitter potrebbe ovviare alla perdita di tali risposte avvisando coloro che non hanno completato il profilo di provvedere a farlo, altrimenti alcuni dei loro messaggi potrebbero non arrivare a destinazione.

Via | TechCrunch

Foto | eldh

  • shares
  • +1
  • Mail