Facebook non permette più di visualizzare i post degli account russi coinvolti nell'elezioni del 2016

Pare che Facebook abbia impedito ad un ricercatore di visualizzare e continuare a scaricare i post degli account russi: ecco perché.

Mark Zuckerberg

Facebook - Pare che Facebook non permetta più di continuare a visualizzare e scaricare i post degli account russi pubblicati sulla piattaforma durante le elezioni presidenziali USA del 2016. Secondo quanto riferito dal The Washington Post, l'analista Jonathan Albright stava scaricando i post di sei pagine Facebook coinvolte nello scandalo dei troll russi prima di apprendere che le informazioni e i post dei 470 account coinvolti non erano più disponibili pubblicamente. Albright ha spiegato poi al The Post che Facebook aveva dichiarato che tali informazioni non erano destinate ad essere pubbliche e che le aziende considerava un bug il riuscire a trovare e scaricare i dati attraverso CrowsTangle, strumento di analisi di Facebook.

Facebook ha poi ulteriormente spiegato che in CrowdTangle esisteva un bug che permetteva agli utenti di trovare informazioni da pagine inattive. Un rappresentante di Facebook ha così spiegato: "Su tutte le nostre piattaforme ci impegniamo per tutelare la privacy di contenuti inattivi che non sono più disponibili in modo da renderli inaccessibili". Quindi in realtà Facebook non ha impedito nulla: ha solo corretto un bug che permetteva di compiere un'azione in teoria non consentita dal social network.

Via | Cnet

  • shares
  • +1
  • Mail