Facebook: 10 milioni di persone hanno visto gli annunci pubblicitari russi

Pare che ben 10 milioni di persone abbiano visto gli annunci pubblicitari realizzati dagli account russi.

facebook

Facebook ha rivelato che circa 10 milioni di persone hanno visto gli annunci pubblicitari politici acquistati sul social network blu da un'organizzazione di troll con base in Russia, il tutto allo scopo di influenzare e seminare discordia negli Stati Uniti durante le elezioni presidenziali del 2016. Questa è solo uno dei tanti aspetti della vicenda che sono emersi in un post dove Facebook parla dei 3.000 annunci pubblicitari russi che sono ora al vaglio del Congresso. La maggior parte di questi ads si è concentrata su "messaggi sociali e politici divisivi che interessavano tutto lo spettro ideologico".

Facebook rivela informazioni sugli annunci pubblicitari politici russi

Secondo quanto svelato dal The Washington Post, uno degli annunci mostrava una donna nera che sparava con un fucile senza proiettili, mentre un altro mostrava Hillary Clinton dietro le sbarre, immagine che sosteneva la campagna critica "Lock Her Up", nata a seguito della rivelazione dell'utilizzo di server privati di posta elettronica. Gli annunci incoraggiavano poi le persone a seguire anche le Pagine che parlavano di questi argomenti.

Dopo aver scoperto che i troll russi avevano acquistato annunci pubblicitari per un valore di circa 100.000 dollari, ecco che Facebook ha cominciato a tracciare tutte le 470 Pagine e account che avevano acquistato in Russia tali ads. Il social network di Mark Zuckerberg ha così scoperto che il 44% delle persone ha guardato tali annunci prima delle elezioni e il 56% dopo. Inoltre la metà di questi annunci costa meno di 3 dollari.

Facebook ha poi anche ammesso di avere difficoltà nel bloccare gli annunci pubblicitari che violano le sue regole a causa del numero enorme con cui ha a che fare ogni settimana. Inoltre non vieterà agli stranieri di parlare sulla piattaforma di questioni inerenti gli Stati Uniti in quanto crede nella libertà di parola, tuttavia implementerà nuove funzionalità per aiutare a controllare e filtrare gli annunci pubblicitari che violano le regole. Per esempio gli inserzionisti dovranno ora autenticare la propria attività e dichiarare a quale organizzazione o gruppo sono legati, soprattutto per quanto riguarda gli ads politici. Inoltre Facebook assumerà più di 1.000 persone per controllare gli annunci pubblicitari.

Via | Engadget

Foto | esthervargasc

  • shares
  • +1
  • Mail